rotate-mobile
Cronaca

Ladro morto durante la fuga, la Procura archivia l'indagine

L'uomo era rimasto incastrato in una finestra di un'attività commerciale della zona della stazione

Entra nel negozio per rubare l’incasso dal registratore di cassa, viene sorpreso dalla proprietaria che fugge dall’attività e lo chiude dentro. Il ladro tenta la fuga da una finestra molto stretta e muore soffocato nel tentativo.

La Procura di Perugia ha chiuso l’indagine come morte accidentale. L’uomo, un tunisino di 34 anni aveva tentato il furto nella notte tra il 29 e il 30 aprile in un market cinese di via Curtatone e Montanara, a Perugia.

L’uomo è morto per asfissia mentre tentava di scappare da una piccola finestra rettangolare sul retro. Un’apertura di 16 centimetri per 90 nella quale si era infilato con le gambe e il busto, ma era rimasto con la testa incastrata nella cornice dalla finestrella e senza appoggio per i piedi, morendo poco dopo strozzato.

L’ispezione cadaverica aveva escluso segni di violenza e la Procura non ha chiesto l’autopsia.

L’uomo, irregolare e conosciuto dalle forze dell’ordine, risiedeva nella zona, nell’appartamento della compagna che al momento si trova in una struttura di recupero. Pochi giorni prima della morte, ubriaco, aveva rotto una finestra per entrare nell’appartamento dei vicini, pensando che fosse quello dove abitava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro morto durante la fuga, la Procura archivia l'indagine

PerugiaToday è in caricamento