menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Precipita per 60 metri e muore, l'Umbria piange Leonardo: "Sarai sempre nei nostri cuori"

Insegnante, allenatore di calcio e appassionato di trekking. La tragedia sui Monti Sibillini

"Un vero amico, lo riconosci subito: è mite, intelligente, taciturno, educato, sempre di modi gentili, divertente, leale, socievole al punto giusto, cordiale, disponibile, sorridente, positivo, con delle passioni ben definite che cura nel modo giusto. Tutto questo era Leonardo Tamantini, Leo, il Mister.......lui aveva tutte queste qualità e di certo, qualcuna ne ho dimenticata. Quello che non dimenticherò mai è il suo sorriso buono ogni volta che ci incontravamo. Voglio ricordarlo sorridente tra le sue montagne! Ciao, Leo. Sempre nei nostri cuori. Sempre!". E ancora: "Ciao Prof. Leonardo dal grande cuore. Rip, perché sempre i migliori e i più buoni?". 

L'Umbria piange Leonardo Tamantini, insegnante e allenatore di calcio, che sabato è morto sui Monti Sibillini, cadendo in un dirupo. Il professore è precipitato sul sentiero che conduce ai laghi di Pilato nella zona chiamata “Roccette”. L'amico che era con lui ha subito allertato il 118. Leonardo è stato recuperato dall’elisoccorso del 118 Icaro2 con a bordo un medico anestesia rianimatore ed un tecnico di elisoccorso del soccorso alpino e speleologico, ed è stato trasportato all’ospedale di Camerino. Purtroppo tutti i tentativi di soccorso sono stati vani. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, Assisi in lutto: è morto Mauro Venarucci

Attualità

Coronavirus in Umbria, vaccini anche in farmacia: c'è l'accordo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento