menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto a Roma Carlo Casini, fondatore del Movimento per la Vita Italiano: il ricordo degli amici umbri

Politico ed europarlamentare cattolico di grande rilievo, ha portato avanti per 30 anni le più grandi battaglie in favore della vita nascente, difendendo lo status giuridico del soggetto più indifeso: il bambino non ancora nato

E' venuto a mancare stamani a Roma, all'età di 85 anni, dopo una lunga malattia Carlo Casini, fondatore del Movimento per la Vita italiano e parlamentare, nonché eurodeputato, magistrato, giurista e promotore di tante iniziative in favore della vita nascente.

Casini, uno dei cattolici impegnati sulla scena politica italiana in maniera più incisiva negli ultimi trent'anni, è stato da sempre vicino anche ai Movimenti per la Vita dell'Umbria, in cui aveva tanti amici e compagni delle più emozionanti battaglie in favore dei diritti dei più deboli, in particolare il bambino non nato. Ricordiamo una iniziativa su tutte, la petizione internazionale "Uno di noi" che ha coinvolto i 27 Paesi dell’Unione Europea raccogliendo in Italia oltre 630.000 firme (quasi due milioni in tutta Europa), in difesa dei diritti dell'embrione, voluta e portata avanti proprio da Carlo Casini.

Lo ricorda con stima la presidente della Federazione regionale per la Vita Umbria, Assuntina Morresi:

"Carlo Casini è stato un grande pioniere e il fondatore del più grande Movimento per la Vita del mondo, in Italia. E’ stato uomo tenace, un amico soprattutto. Io personalmente ho il primo ricordo di lui nel 1981 al Meeting di Rimini, dopo il referendum sull’aborto: lui partecipò al Meeting, entrò nella sala grande dell’incontro e fu un'ovazione di applausi perché il lui vedevamo e abbiamo sempre visto il nostro punto di riferimento in questa grande battaglia. Lui non si è mai stancato di ricordare a tutti con tenacia e coraggio, ma anche con semplicità lieve e sempre con il sorriso sulle labbra quanto fosse importante difendere la vita del più indifeso. Le battaglie in difesa della vita in Italia portano tutte le sua firma. E’ molto difficile poter ricordare tutto quello che lui ha fatto. Nel sito Mpv.org potete leggere una sua biografia. Io lo ricordo sorridente e sempre pronto in prima linea nella difesa la vita del più piccolo, del non nato e della vita di tutti e di ciascuno. Sono certa che da dove sta adesso lui continuerà a guidarci con la stessa chiarezza e sarà un aiuto ancora più grande per tutti noi. Ciao Carlo, una preghiera per noi!".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento