menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancora una bella favola, gruppetto di ciclisti salva un raro pulcino di Gufo

Alcuni amici con la passione per la mountain-bike, mentre affrontavano un sentiero sterrato nell'area del parco del Monte Cucco, hanno scoperto un piccolo di Gufo probabilmente abbandonato dopo la caduta dal nido. Sarebbe stato facile preda di volpi e lupi...

Ancora una piccola ma importante favola a liete fine incentrata sulla difesa e la tutela degli animali selvatici di casa nostra. Dopo il cucciolo di cerbiatto medicato al Pronto Soccorso di Città della Pieve, stavolta è stato salvato da alcuni ciclisti gualdesi un raro pulcino di Gufo che molto probabilmente era caduto dal nido e rischiava di essere facile preda di voli e lupi. Il fatto è accaduto nella zona del Parco del Monte Cucco nel comune di Costacciaro. Il gruppetto di appasionati della mountain-bike ha fatto la scoperta del gufetto mentre stava percorrendo dei sentieri sterrati.

Immediatamente lo hanno presso sotto la loro custodia ed hanno avvertito il centro nazionale per il recupero degli animali selvatici della Guardia Forestale che lunedì sarà in grado di ospitare il piccolo rapace. Intanto nelle prossime ore uno delle compagnia dei ciclisti si è assunto il ruolo di "chioccia": lo accudirà e sfamerà in una speciale voliera. Il Gufo fa parte di una delle specie  più rare e protette che vive sul nostro Appennino: questo salvataggio consentirà di farlo crescere in cattività per poi essere reintrodotto nel Parco. Tutto questo grazie al grande cuore e amore per il territorio di questo gruppetto di ciclisti gualdesi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento