menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trovati oggetti rubati nello zaino e cartucce, ma il giovane doveva essere ai domiciliari

Su di lui pende anche l'accusa di ricettazione connessa al rinvenimento dei due monili d'oro di cui, stando alle prime indiscrezioni, avrebbe confermato l'illecita provenienza

Lo hanno notato mentre si trovava fuori dalla propria abitazione. I carabinieri ben conosendo il giovane, perchè sottoposto agli arresti domiciliari, hanno pensato che fosse in procinto di acquistare delle sostanze stupefacenti. A quel punto hanno deciso di approfondire gli accertamenti e di estendere il controllo all’abitazione del ragazzo.

La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire all’interno dello zaino del giovane della carta stagnola e altro materiale usato per il confezionamento dello stupefacente, due collanine d’oro provento di furto insieme a 21 cartucce calibro 12 irregolarmente detenute.

A quel punto il ragazzo, con alle spalle numerosissimi precedenti che spaziano dai reati in materia di stupefacenti ad altri legati al patrimonio, si è chiuso in un silenzio assoluto omettendo di indicare la provenienza del munizionamento illegalmente detenuto. È stato quindi arrestato per l’inosservanza degli obblighi della Sorveglianza Speciale e per la detenzione illegale delle munizioni. Su di lui pende anche l’accusa di ricettazione connessa al rinvenimento dei due monili d’oro di cui, stando alle prime indiscrezioni, avrebbe confermato l’illecita provenienza. Di tutto questo dovrà rispondere al Giudice del Tribunale di Perugia innanzi al quale dovrà comparire per la convalida dell’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento