Molestie via Whatsapp alla ex fidanzata, multato lo spasimante abbandonato

Trecento euro per i continui messaggi inviati tramite la messaggistica internet

L’amore finisce e si trasforma in disinteresse, oppure ossessione. Ed è questo che ha portato alla condanna di un uomo per le continue molestie telefoniche alla ex.

L’uomo, difeso dall’avvocato Barbara Romoli, è stato condannato a pagare un’ammenda di 300 euro per aver importunato la ex tramite Whatsapp. Secondo l’accusa l’avrebbe tempestata di messaggi, scritti e audio, dopo la fine della relazione. Messaggi “inequivoci e continui” che avrebbero reso impossibile la vita della ex.

Dalle schermate del telefonino allegate alla denuncia, secondo il giudice, è emersa la responsabilità dell’imputato e la conseguente condanna a 300 euro di ammenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento