Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Scade il contratto di affitto e spariscono inquilino, mobili, cuscini ed il servizio di piatti e posate

Sotto processo un 60enne che dopo un anno ha lasciato l'appartamento ammobiliato portandosi via tutto quello che c'era all'interno

Il proprietario ha affittato un appartamento ammobiliato, ma quando ne è tornato in possesso era vuoto. L’inquilino, difeso dall’avvocato Giuseppe De Lio, è così finito sotto processo per appropriazione indebita.

La Procura di Perugia ha citato in giudizio il 60enne con l’accusa di aver sottratto, per “procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto” beni mobili per un valore di 700 euro, facendoli sparire dalla casa dove risiedeva in affitto.

L’elenco dei beni sottratti comprende un “armadio a quattro ante di colore bianco in legno; copri materasso di tre letti singoli e tre cuscini; un forno elettrico di colore bianco; una cassapanca in legno di colore ciliegio; un servizio di piatti, bicchieri e posate per sei persone”.

Tutti beni che erano nella disponibilità dell’indagato “in forza del contratto di locazione ad uso abitativo” sottoscritto per la durata di un anno, tra il 2014 e il 2015.

Due settimane dopo la scadenza del contratto, senza vere notizie dell’inquilino, il proprietario si recava presso l’abitazione e trovava le chiavi dentro la cassette delle lettere, ma anche che l’appartamento “era stato svuotato delle cose” indicate nell’elenco. Il proprietario si è affidato all’avvocato Fernando Mucci per far valere le proprie ragione nel processo che inizierà il 18 ottobre del 2021 presso il Tribunale penale di Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scade il contratto di affitto e spariscono inquilino, mobili, cuscini ed il servizio di piatti e posate

PerugiaToday è in caricamento