Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Elce / Via Francesco Innamorati

INVIATO CITTADINO Minimetrò e Torzone, insulti sui manifesti della pubblicità della discordia

Gli oppositori del “torzone” si organizzano per rispondere a quella che, a loro parere, suonerebbe come offesa ai perugini

Gli oppositori del “torzone” si organizzano per rispondere a quella che, a loro parere, suonerebbe come offesa ai perugini. Su queste colonne, l’Inviato Cittadino ha spiegato che quel termine, correttamente inteso, non ha significato offensivo. Ma tant’è.

Stamattina è apparsa la risposta (di un singolo o di un gruppo organizzato?), vergata su manifestini, stampati col computer e attaccati col nastro adesivo.

Abbiamo visto e fotografato quello affisso in via Francesco Innamorati, nei pressi di palazzo Murena, vicino all’aula magna dello Studium.

In basso a destra del 3*6, sotto la scritta “Con la testa e con il cuore”, il manifestino recita “E tu sei una cessa”. In una striscia sottostante si legge “Entiendes?”, per significare “Capito?”.

Se è corretto quanto ci dicono, “cesso” in spagnolo si dice “excusado” o “retrete” (“ritirata”, stava un tempo scritto nelle stazioni ferroviarie, dal verbo “ritirarsi”). Ma qui ci si esprime in una sottospecie di italiano, decisamente poco elegante. Tanto più che la destinataria di questa parola è una (perché non tutte e due?) delle ragazze sudamericane che invitano all’uso del minimetro.

“Senza parole”, come si diceva un tempo a proposito di vignette non commentabili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Minimetrò e Torzone, insulti sui manifesti della pubblicità della discordia

PerugiaToday è in caricamento