rotate-mobile
Cronaca Gubbio

Minaccia il vicino di casa davanti ai Carabinieri: condannato a pagare una multa

I due litigavano da tempo, l'ultima volta erano stati portati in caserma e uno dei due avrebbe detto: "Ti ammazzo"

Multa di 650 euro e risarcimento alla parte offesa. È l’ultimo atto del processo scaturito dall’inimicizia tra vicini di casa con la minaccia di un “male ingiusto” proferita davanti ai Carabinieri in caserma dopo l’ennesima lite.

Un uomo di 45 anni, difeso dall’avvocato Simone Nicotra, è stato condannato perché davanti ai Carabinieri, dove erano stati convocati entrambi i litiganti, a un certo punto l’imputato, secondo il verbale redatto dai Carabinieri, “nonostante si trovasse all’interno della caserma”, avrebbe minacciato l’altro di “un male ingiusto e notevole, gridando al suo indirizzo: t’abbusso, hai capito che t’abbusso. Io ti ammazzo”.

All’uomo era contestato anche il fatto di non essere nuovo a simili comportamenti nell’arco degli anni precedenti.

La vittima delle minacce si è costituito parte civile tramite l’avvocato Francesca Pieri. Il pubblico ministero d'udienza aveva chiesto la condanna a 6 mesi di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia il vicino di casa davanti ai Carabinieri: condannato a pagare una multa

PerugiaToday è in caricamento