Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

"Non sei una buona madre e moglie perché vivi all'occidentale", ex marito sotto processo per minacce e maltrattamenti

I fatti risalgono a dieci anni fa e tra rinvii, maternità del giudice e astensioni ancora non si è arrivati alla sentenza. L'imputato ha rinunciato alla prescrizione

Avrebbe maltrattato la moglie perché voleva vivere “all’occidentale” tra luglio e dicembre del 2014 ed è finito indagato e poi sotto processo, ma i reati sarebbero prescritti, se l’imputato non avesse rinunciato alla prescrizione. Tra il settembre del 2023 e il luglio del 2024, però, non si sono svolte udienze in quanto il giudice che si occupa del fascicolo era in maternità e l’udienza era stata rinviata per la discussione e la sentenza ad oggi, ma a causa dell’astensione degli avvocati penalisti è arrivato un nuovo rinvio.

L’imputato, un marocchino di 54 anni difeso dall’avvocato Stefano Tentori Montalto, è accusato di avere effettuato “continui pedinamenti” dell’ex coniuge, “nonché telefonate e sms” alla donna, ad amici e parenti per dichiarare “il proprio sentimento di amore, richiedendo e pretendendo in modo ossessivo di ricominciare la relazione, incurante del chiaro e insindacabile rifiuto della donna” a riallacciare i rapporti con l’ex. Tra le accuse anche quelle di aver insultato la donna in più occasione, dicendole che viveva “come una occidentale” e di non essere “una buona madre né una buona moglie”.

Per la Procura di Perugia l’uomo, a causa della gelosia, avrebbe tenuto sotto controllo la donna, dicendole di “essere al corrente di ogni suo minimo spostamento e delle sue nuove amicizie maschili”, ingiuriandola in più occasioni chiamandola “tro…, zoc…, e altre espressioni volgari e pesanti di discredito, fortemente denigratorie della sua persona”.

L’imputato avrebbe anche parlato male della donna con parenti, amici e conoscenti, “ledendone la reputazione” e rivolto alla stessa “intimidazioni e minacce anche di un male ingiusto, con espressioni di odio e di vendetta”, ingenerando nella ex “un perdurante e grave stato di ansia e di paura” per lei e per il figlio piccolo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non sei una buona madre e moglie perché vivi all'occidentale", ex marito sotto processo per minacce e maltrattamenti
PerugiaToday è in caricamento