rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Gualdo Tadino

Minacce, molestie ed estorsione a disabile: sotto processo per stalking

L'imputato avrebbe preteso in continuazione denaro, passaggi in auto e la spesa alimentare, appostandosi sotto casa e utilizzando un coltello

Un 28enne di Gualdo Tadino, difeso dall’avvocato Giorgia Ricci, è finito davanti al giudice del Tribunale penale di Perugia con l’accusa di stalking nei confronti di un disabile.

Secondo la Procura di Perugia l’imputato, “approfittando dello stato di debolezza” delle persona offesa, “beneficiario di amministrazione di sostegno, con condotte moleste, violente e minacciose” si sarebbe appostato “ripetutamente presso la sua abitazione” e davanti a quella della compagna. In altre occasioni gli avrebbe preso il cellulare per controllare i messaggi telefonici, pretendendo che gli facesse la spesa e lo accompagnasse con l’auto in giro per il “territorio Gualdese, nonché in diverse città d’Italia”.

Secondo l’accusa avrebbe anche preteso “continuamente somme di denaro vantando debiti inesistenti, anche con insistenti richieste telefoniche e messaggi vocali” e lo avrebbe minacciato dicendo “ti ammazzo, ti metto le mani addosso, ti mando all’ospedale, ti taglio un dito, ti farò togliere la patente dai Carabinieri perché dirò loro che ti droghi” e puntandogli un coltello “al collo, al petto, sugli arti” nel caso in cui si fosse rifiutato di fare quanto diceva.

Molestie e minacce continue che gettavano la persona offesa in un “perdurante e grave stato di ansia e di paura, e un timore per la propria incolumità, tanto che l’uomo in più occasioni aveva crisi di pianto”.

Minacce che diventavano realtà una sera quando l’imputato avrebbe puntato addosso alla vittima un coltello, chiedendo somme di denaro e quando la persona offesa gli dava 50 euro, gli sottraeva documenti, chiavi dell’auto e il cellulare e poi con un “punteruolo colpiva il cruscotto della macchina e poi sferrava un colpo in direzione” della gamba della vittima “che non riusciva a colpire, squarciando il sedile”.

Gli episodi contestati all’imputato sarebbero avvenuti tra Gualdo Tadino e Bastia Umbra dal settembre del 2019 al 16 gennaio del 2022.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce, molestie ed estorsione a disabile: sotto processo per stalking

PerugiaToday è in caricamento