Tifo violento: calci, sputi e insulti ai carabinieri, cinque tifosi sotto processo

Sono accusati di aver aggredito i militari chiamati ad impedire i tafferugli tra opposte tifoserie in una partita tra Pierantonio e Arezzo. Minacciato un maresciallo che riprendeva la scena

Partita di vertice e tifoserie calde, che ci scappasse la lite era assicurato. Tanto che era stato previsto un discreto spiegamento di forze dell’ordine.

La partita in questione era Pierantonio-Arezzo, giocata il primo settembre del 2012 e al termine della giornata risultavano denunciati cinque tifosi dell’Arezzo e sei carabinieri contusi. Nel collegio difensivo risultano gli avvocati Francesco Ciabattini, Raffaello Agea e Massimo Perari.

Secondo la relazione dei militari i cinque tifosi “al fine di forzare il cordone che i carabinieri avevano realizzato per impedire il contatto tra le due tifoserie e raggiungere così i sostenitori del Pierantonio” avrebbero sferrato “ripetutamente calci e pugni nei confronti” dei rappresentati delle forze dell’ordine provocando ferite giudicate guaribili da un minimo di 4 ad un massimo di dieci giorni.

Uno degli imputati avrebbe utilizzato “la cintura che si era sfilato dai pantaloni per colpire i militari”, un altro avrebbe aggredito i carabinieri con l’asta di una bandiera, mentre il terzo avrebbe insultato le forze dell’ordine e sputato contro i carabinieri.

Altri due tifosi, invece, avrebbero minacciato un militare “al fine di indurlo a desistere dal documentare con strumenti di videoripresa eventuali tafferugli tra tifoserie”. In particolare avrebbe rivolto al carabinieri munito di telecamera “le seguenti parole: … vieni qua con la telecamera che te la ficco nel c… t’ammazzo” oltre ad una sequela di insulti del tipo “testa di c…, bastardo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti e cinque sono accusati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Al confine tra Umbria-Toscana: terribile schianto in A1, quattro vittime tra cui due bimbi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento