Cronaca

Aveva pesantemente minacciato l'imprenditore del vino perugino, Goretti: condannato 70enne

L'imputato, titolare di un'azienda, è stato condannato per minaccia e violenza privata nei confronti del legale rappresentante della Cantina Goretti

Minaccia e violenza privata ai danni di Stefano Goretti,legale rappresentante dell' omonima Cantina e una sentenza di condanna a quattro mesi di reclusione (pena sospesa) nei confronti dell'imputato, titolare di un'azienda umbra. La vicenda giudiziaria è terminata questa mattina dinanzi al giudice Martino, che oltre alla condanna ha stabilito un risarcimento pari a duemila euro nei confronti di Goretti, costituitosi parte civile con l'avvocato Simone Costanzi. 

Il fatto contestato risale al 2010 quando, secondo il capo d’imputazione formulato dal sostituto procuratore Giuliano Mignini, l’imputato avrebbe cercato di investire l’auto dove si trovava Goretti, impendendo così al veicolo in questione di proseguire la marcia. Poi, secondo  l'accusa, avrebbe minacciato l'uomo con frasi come: "Vi faccio eliminare", "offendendo l'onore e il decoro, apostrofandolo con epiteti offensivi. Con l'aggravante, per la Procura, di aver commesso il fatto alla presenza di più persone. Non è chiaro cosa abbia provocato una reazione simile, "in ogni caso, non giustifica nè autorizza un simile comportamento" - spiega l'avvocato di parte civile. Il Goretti, dopo l'episodio subito, sporgerà querela all'autorità giudiziaria. Intanto l'imputato (un imprenditore oggi 70enne) difeso dall'avvvocato David Zaganelli, nega ogni responsabilità e aspetta il deposito delle motivazioni per impugnare la sentenza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva pesantemente minacciato l'imprenditore del vino perugino, Goretti: condannato 70enne

PerugiaToday è in caricamento