rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Cronaca Città di Castello

Occupano gli spazi condominiali e del vicino e lo minacciano e offendono con insulti omofobi

Coppia sotto processo: il giardino del condominio era diventato il parcheggio delle bici e il deposito di vecchi mobili

Una coppia è finita sotto processo turbativa violenta del possesso di cose immobili. I due, difesi dall’avvocato Alessio Trotta, si sarebbero appropriati degli spazi comuni in condominio e minacciato un vicino che protestava per l’utilizzo indebito di uno spazio privato e le condizioni in cui erano lasciati.

Per la Procura di Perugia la coppia, lui 59 e lei 58 anni, “in concorso tra loro e con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, turbavano il possesso dell’immobile” del vicino e “delle relative pertinenze, con violenza consistita nell’occupare ed utilizzare in via esclusiva (ed escludente) le parti comuni, compreso il giardino, come deposito di biciclette e di mobili di varie dimensioni”.

I due imputati avrebbero anche minacciato il vicino con “continue e ripetute frasi offensive e minatorie, del tipo: cercate l’ingaggio (cioè qualcuno che ve le dia) … con la lettera di diffida mi ci pulisco il c… ha fatto bene il cane ad aggredirvi … tanto ti piace … finocchi se portano gli scartocci … mi fa un b… finocchio del c… e simili”.

Episodi avvenuti a Città di Castello fino al 3 maggio del 2023. Il vicino di casa si è costituito parte civile tramite l’avvocato Raffaello Agea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupano gli spazi condominiali e del vicino e lo minacciano e offendono con insulti omofobi

PerugiaToday è in caricamento