Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Biglietti anonimi sul cancello di casa del rivale, 27enne nei guai per minacce

L'imputato è accusato anche di aver imbrattato il muro dell'abitazione della persona offesa e di aver proferito minacce al telefono alla compagna dell'uomo

Biglietti anonimi con minacce appesi al cancello di casa. Un 27enne, difeso dall’avvocato Roberto Quirini, è finito sotto processo per minacce aggravate nei confronti di un conoscente.

Il giovane è accusato di aver minacciato, tramite “scritti anonimi, consistiti nel lasciare biglietti manoscritti sul cancello dell’abitazione” di un conoscente, che riportavano minacce e ingiurie: “ … muori, stai molto attento che ti ammazzo, guardati molto bene dietro le spalle, so dove abiti e dove lavori, so proprio tutto di te, se lo sai io ti vengo sempre dietro, sono la tua ombra stai veramente molto attento se vuoi vivere ti ho avvisato, ciao e buona giornata, quando meno te lo aspetti ti comparirò davanti, sei un piccolo bamboccio”.

In altre occasioni avrebbe “a mezzo bomboletta spray di colore nero/marrone” imbrattato il muro dell’abitazione della vittima con parole ingiuriose nei confronti dell’uomo 39enne e della sua compagna, oltre a frasi minacciose: “Muori”.

Nel corso di una telefonata alla quale rispondeva la compagna della parte offesa, avrebbe proferito “espressioni minacciose: “… fa una brutta fine, io te l’ho detto … ce l’ho in testa, te non ti preoccupa’ … finché non lo stresso fino alla morte te lo dico io … morirà prima lui che io … vediamo chi vince, tanto vinco io non ti preoccupare … io basta che do 2, 3, 4mila euro a una persona, non è un problema, tu non ti preoccupare, ci penso io … l’importante che pago la persona, dopo quello che fa fa, non è un problema … tanto vinco io non ti preoccupare … con me non c’è da scherzare tanto …”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietti anonimi sul cancello di casa del rivale, 27enne nei guai per minacce
PerugiaToday è in caricamento