Migranti irregolari a bordo dei treni merci, scattano i controlli in stazioni e convogli

Maxi operazione della Polfer di Umbria e Marche: 276 persone identificate

Stazioni e convogli ferroviari passati al setaccio dalla Polfer. Il bilancio del Compartimento Polizia Ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo di Ancona è di 276  persone identificate,  80 treni viaggiatori, 42 treni merci  e 35 stazioni controllati, 74 operatori impiegati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’operazione, denominata "18th 24 BLUE", svolta nell’ambito della collaborazione internazionale di Polizia, dell’Associazione di Polizie Ferroviarie e dei Trasporti Europei RAILPOL, oltre ai consueti controlli, ha posto particolare attenzione al contrasto del fenomeno dei migranti irregolari che utilizzano i treni merci come vettore per attraversare clandestinamente il territorio nazionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il buono postale regalato dalla nonna è scaduto e non pagabile, la nipote vince la causa

  • Perugia-Ancona, incidente tra auto e camion: muore 30enne

  • Fiera dei Morti, il Comune di Perugia pubblica l'avviso per gli operatori

  • Massacra la madre a furia di pugni e calci, cerca di bruciarla viva e poi scappa: catturato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 settembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, dopo Eurochocolate anche per i Baracconi altro "No": "Ignorato il nostro piano sicurezza"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento