Cronaca

La polizia conferma i sospetti dell'autista: cinque migranti nascosti nel camion, tre sono minori

La scoperta sulla E45, in un area di servizio a Sant’Orfeto: tutti cittadini afgani, sono stati affidati a locali comunità operanti nel settore dell’accoglienza, mentre sulla vicenda indaga la Squadra Mobile

È stato l'autista moldavo del camion a chiamare il 113, convinto che ci fossero delle persone sul rimorchio dell'autocarro che stava guidando. Un sospetto fondato, come poi scoperto dal personale dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Perugia, che una volta aperto portellone posteriore del mezzo (fermatosi nel frattempo presso l’area di servizio in località Sant’Orfeto) si è trovato di fronte cinque migranti.

In seguito all’identificazione tramite i rilievi del locale Gabinetto di Polizia Scientifica sono risultati tutti cittadini afgani, tre dei quali minori. Uno dei cinque ha poi descritto, seppur sommariamente, le varie fasi del viaggio che avevano condotto lui e i suoi connazionali in Italia. In difficoltà nel suo Paese di origine, l'uomo ha spiegato di aver intrapreso il viaggio verso l'Europa poco più di un anno fa. Giunto in Romania qualche settimana fa, lì avrebbe conosciuto un gruppo di non meglio precisati cittadini di varie etnie che, previo pagamento di una cospicua somma in denaro, gli avrebbero permesso di giungere in un altro stato europeo nascondendosi su un camion all’insaputa del conducente.

I cinque migranti, tutti in buone condizioni di salute, sono stati affidati a locali comunità operanti nel settore dell’accoglienza, mentre sulla vicenda indaga la Squadra Mobile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia conferma i sospetti dell'autista: cinque migranti nascosti nel camion, tre sono minori

PerugiaToday è in caricamento