Rischio alluvioni, il Tevere fa meno paura: Villa Pitignano messa in sicurezza

I lavori di consolidamento e di messa in sicurezza sono ufficialmente terminati e il sopralluogo di questa mattina ha dato esito positivo. Alla verifica ha partecipato l'assessore regionale all'ambiente, Silvano Rometti

Il Tevere in piena

Ora sono più sicuri i territori che si affaccianno sulla sponda destra del fiume Tevere nella zona di Villa Pitignano dopo le frane e i cedimenti causati da due diversi alluvioni verificatesi nel novembre del 2012 e nel febbraio i quest'anno. I lavori di consolidamento e di messa in sicurezza sono ufficialmente terminati e il sopralluogo di questa mattina ha dato esito positivo. Alla verifica ha partecipato l’assessore regionale all’ambiente, Silvano Rometti, accompagnato dai rappresentanti della Provincia di Perugia. 

“La Regione Umbria – ha sottolineato Rometti – ha messo in atto un intervento organico che ha consentito di mettere in sicurezza dal rischio idraulico i centri abitati lungo l’asta del Tevere e che si va ora così completando. Si è cominciato con gli interventi nei tratti maggiormente critici, a Deruta e Torgiano, per proseguire con Ponte Pattoli, Ponte San Giovanni e Villa Pitignano, ultimato ora. È in corso la gara per il tratto che interessa Ponte Valleceppi, mentre si stanno definendo gli ultimi aspetti tecnici relativi all’intervento previsto a Pian di San Martino, nel territorio comunale di Todi”. 

Nel tratto lungo la strada comunale dello Spinello tra Ponte Pattoli e Ponte Felcino dove i fenomeni franosi erano stati più intensi, l’assessore Rometti ha potuto constatare che si è provveduto al riempimento dell’area di frana, fino a  ricostituire l’originaria sagoma della sponda destra del fiume, per una lunghezza di circa 80 metri; è stata realizzata una difesa idraulica in pietra e, nel tratto di alveo vicino alla sponda danneggiata, è stato rimosso il consistente accumulo di materiale alluvionale che ostacolava il regolare afflusso delle acque. 

“Le opere eseguite – ha rilevato Rometti – sono di particolare importanza poiché hanno permesso il ripristino della sicurezza idraulica ed eliminato le condizioni di rischio per la stabilità della strada comunale vicina alla sponda e la sicurezza della circolazione stradale. L’intervento era stato infatti inserito fra le opere urgenti e indifferibili”. 

Quanto è avvenuto, e si ripete in questi giorni in altre aree del Paese, dimostra quanto sia fondamentale la prevenzione e una costante attenzione alle situazioni di criticità e di rischio idrogeologico. Ora speriamo che i centri abitati lungo il Tevere siano più sicuri e a prova di esondazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento