rotate-mobile
Cronaca

Processo Meredith, la parola all'accusa: "Guede non è unico colpevole"

Continua il Processo di Perugia per l'omicidio di Meredith Kercher nel quale sono imputati Amanda Knox e Raffaele Sollecito. Oggi è il giorno della replica dell'accusa

Giuliano Mignini nella sua replica alle arringhe difensive nel processo d'appello di Perugia, ha dichiarato: “Rudy Guede unico colpevole? Alle favole non ci crediamo e non ci dovete credere nemmeno voi”. Così il pubblico ministero ha ribattuto alle tesi difensive secondo le quali Meredith Kercher sarebbe stata uccisa da un solo aggressore.

Mignini ha sottolineato come Amanda, Raffaele e Rudy: " Formino un terzetto,nel quale ci sono due ragazzi di buona famiglia e quel disgraziato di Rudy, abbandonato dal padre e che deve pagare per tutti”.

Il pm ha ribattuto colpo su colpo alle tesi difensive esposte in questi giorni dai legali dei due imputati, ribattendo soprattutto a quella degli avvocati della Knox: "Quando ho sentito nei tg la frase crocifissa dai media ho pensato alla Stefanoni”; riferendosi alla biologa della polizia scientifica Patrizia Stefanoni il cui operato è stato messo in dubbio dall'impianto accusatorio.

Processo omicidio Meredith Kercher credit TM News / Infophoto

“Per Amanda è stato in parte così - ha continuato Miginini - ma dopo la sentenza di primo grado a oggi ci vuole un coraggio da leone per sostenerlo. E' lei che ha a disposizione una struttura pubblicitaria costata un milione di dollari. Una cosa mai vista. Si è parlato di processo amandocentrico - ha sostenuto ancora il pubblico ministero - ma sono stati loro a stringere un patto d'acciaio per buttarla tutta contro il nero”.

Prima di colcludere il suo intervento, Mignini ha parlato di: "Rischio di fuga all'estero al quale non sarà possibile rimediare più in caso di assoluzione. A voi l'onere di difendere lo Stato sovrano”; ha concluso il pm.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo Meredith, la parola all'accusa: "Guede non è unico colpevole"

PerugiaToday è in caricamento