menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo Meredith trovato morto anche il padre John: tragedia senza fine per i Kercher

Il 77enne genitore di Mez, uccisa Perugia nel 2007, è deceduto in ospedale dopo tre settimane di agonia. Il 'Sun': "È stato trovato a terra sul marciapiede del suo quartiere con diverse ferite, un braccio e una gamba fratturati". La polizia inglese: "Non abbiamo ancora una spiegazione"

Un'altra tragedia per la famiglia Kercher, quasi come se una maledizione si fosse abbattuta su di essa. Dopo la morte della 21enne Meredith nel 2007 a Perugia dove era venuta a studiare, per un delitto che ha ancora diversi lati oscuri, questa volta è toccato al padre John che come spiega il 'Sun' è “morto in ospedale tre settimane dopo essere stato ritrovato a terra sul marciapiede a pochi metri dalla suaa abitazione con diverse ferite, tra cui una frattura a una gamba e una a un braccio”.

Meredith, il padre: "Culto di Amanda offende memoria di Mez"

NUOVO MISTERO - Un decesso, quello del 77enne ex giornalista freelance e collaboratore dello stesso 'Sun' e del 'Daily Mirror', che secondo la polizia inglese “non ha ancora spiegazione” mentre le indagini proseguono e la tesi che per il momento sembra più probabile è quella “di un investimento” da parte di un'auto pirata poi fuggita. A fare chiarezza per ora non sono bastate le immagini delle telecamere del quartiere né le testimonianza dei vicini, che raccontano come il giorno del suo ritrovamento in strada “c'era nebbia” e dopo essere “entrato in un negozio” poco dopo “è stato visto a terra ma non ricordava nulla”.

Omicidio Meredith, anche il padre pubblica un libro

LA BATTAGLIA PER MEZ - Una lunga battaglia quella che aveva combattuto John Kercher per sua figlia insieme a Stephanie, sorella di Meredith, dopo la tragica notizia dell'omocidio in via della Pergola e poi durante il processo che ha portato alla condanna di Rudy Guede (16 anni per concorso in omicidio) ma all'assoluzione da parte della Corte di Cassazione della statunitense Amanda Konox e dell'italiano Raffaele Sollecito. Nel mirino di John era finito soprattutto il culto di Amanda, negli anni successivi divenuta una star dei social.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Attualità

Coronavirus, Vaccine Day in Umbria: 5.387 dosi somministrate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento