menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercatino di Natale in centro storico, commercianti e cittadini contro le casette: è già polemica

"La baraccopoli è servita", parola dell'architetto Mauro Monella, urbanista e "difensore civico" della Vetusta, oltre che esponente autorevole di Italia Nostra

“La baraccopoli è servita”, parola dell’architetto Mauro Monella, urbanista e “difensore civico” della Vetusta, oltre che esponente autorevole di Italia Nostra. “Non si può guardare: ridurre la piazza in questo stato è veramente inqualificabile!”, rincara. Monella è seguito, nel giudizio tranchant e irrevocabilmente negativo, da diversi commercianti con bottega aperta su piazza IV Novembre. Il motivo di tanto scandalo, e conseguenti proteste, è da ricondurre all’installazione delle casette di legno destinate al mercatino di Natale. “Brutte e disposte in modo irrazionale”, precisano.

La super App per vivere il Natale in centro a Perugia: eventi, acquisti, dove mangiare e zone wi-fi
Il villaggio di Natale prende forma in piazza IV Novembre, la festa può cominciare

La communis opinio è che siano talmente impresentabili da allontanare la gente. Qualcuno parla, apertis verbis, di “oltraggio alla città”. Probabilmente, almeno in qualche caso, si tratta di giudizi emotivi. Forse anche di parte. Perché escluderlo? Anche se l’ideologia e le appartenenze, almeno in materia di estetica, dovrebbero essere escluse. “Sta di fatto – commenta un vecchio perugino – che questo villaggio evoca le baraccopoli sorte nelle periferie urbane per accogliere gli sfollati in fuga dai bombardamenti”. Qualcuno, più provocatoriamente, parla di “bidonville”, paragonandole al quelle brasiliane. 

Il grosso pandoro in piazza IV Novembre: il Natale è arrivato a Perugia 
Speciale Natale…da Single? Godetevi (da soli) questi 10 itinerari in giro per Perugia 

Giudizi ingenerosi? Forse. Non c’è che da attendere che l’occhio – come si dice – ci faccia l’abitudine. O di spostarsi altrove per effettuare i propri acquisti. Intanto, qualcosa accade. Lo scontento e la protesta dei commercianti di corso Vannucci hanno provocato l’intervento a tamburo battente dell’assessore Casaioli che ha disposto, immediatamente, una diversa dislocazione delle casette al corso. Il cui orientamento è stato, in qualche caso, rovesciato. Il vero e proprio muro delle casette, con l’apertura rivolta al centro della strada, era tale da escludere completamente la visibilità degli altri esercizi, ponendoli in condizione di assoluta esclusione dal potenziale interesse dei clienti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento