menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Paura a Città di Castello, in ospedale scatta l'allarme meningite

Momenti di panico nel nosocomio tifernate, poi i sanitari escludono l'epidemia: la donna adesso è in buone condizioni ma resta sotto osservazione

Intorno alle ore 13,30 al pronto soccorso dell'ospedale di Città di Castello, trasportata da un'ambulanza del 118, è arrivata una donna del posto che presentava cefalea, febbre, rigidità nucale e dolori muscolari, segni tipici dell'irritazione meningea. Immediatamente è scattato il sospetto - e l'allarme - di meningite.

Fortunatamente, dopo aver effettuato gli accertamenti del caso, i sanitari di Città di Castello, secondo quando riportato da una nota dell'ospedale, escludono che possa trattarsi di meningite da meningococco, unica forma in grado di generare episodi epidemici. "Pertanto, non è necessario effettuare alcuna profilassi né procedere a misure cautelative volte a limitare la diffusione della malattia".

Al momento la paziente è in buone condizioni e, in attesa di formulare la diagnosi definitiva, viene trattenuta in osservazione in ospedale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento