rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Un presepe napoletano in cambio di una cella singola a Capanne: indagati medico e detenuto

L'ipotesi accusatoria è di corruzione per aver redatto un certificato medico dopo aver ricevuto un regalo

Un presepe di San Gregorio Armeno, del valore di 1.000 euro, in cambio di un certificato medico per ottenere una cella singola a Capanne. Detenuto e medico indagati per corruzione.

L’indagine è partita dalla scoperta di un cellulare in possesso di un detenuto campano rinchiuso in carcere a Perugia. Tramite quel telefono avrebbe chiesto ai familiari di acquistare un presepe nel celebre quartiere napoletano, perché doveva regalarlo, dicono gli investigatori, ad un medico in servizio a Capanne per ottenere un grande favore: una cella singola grazie ad un certificato medico attestante falsamente l’esistenza di una patologia colon-rettale.

Il presepe sarebeb stato consegnato da un familiare del detenuto ad un dipendente (completamente estraneo ai fatti) del bar che si trova di fronte al carcere: “Verrà a prenderlo una persona, un medico del carcere”.

Il professionista, difeso dall’avvocato Giuseppe Innamorati, ha confermato agli investigatori di aver preso quel pacco, ma di averlo lasciato in un garage di un parente, senza neanche aprirlo e sul certificato afferma di aver solo svolto il suo ruolo di medico. La notizia è riportata dai quotidiani locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un presepe napoletano in cambio di una cella singola a Capanne: indagati medico e detenuto

PerugiaToday è in caricamento