menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quel fastidioso prurito della pelle che può nascondere gravi patologie: appuntamento con l'esperto

Le cause del prurito sono davvero tante -dice Stefano Borgognoni, dermatologo che sul tema ha effettuato ricerche e presentato studi in convegni organizzati da comunità scientifiche nazionali ed internazionali

Si fa presto a dire “ ho un attacco di prurito”, più difficile capire il perché e trovare una soluzione al tormentone principale della pelle. “ Le cause del prurito sono davvero tante –dice Stefano Borgognoni, dermatologo che sul tema ha effettuato ricerche e presentato studi in convegni organizzati da comunità scientifiche nazionali ed internazionali-. Un pianeta in parte esplorato, ma ci sono ancora tante aree  da chiarire, da esplorare".Borgognoni ne parla nella trasmissione condotta da Mario Mariano   "Medicina e Società" in onda  su Tef channel sabato 21 gennaio alle ore 22  (Piattaforma Sky 831) 

Quali sono le principiali cause del prurito ? "Mi limito a citarne alcune, può essere legato a malattie della pelle o a malattie sistemiche che richiedono esami diagnostici approfonditi , partendo dalla raccolta del più alto numero di informazioni da sollecitare al paziente.L'ascolto può rivelarsi basilare, partendo dalla sua vita affettiva e di relazione e proseguendo con quella lavorativa".

Prurito, spia di malattie importanti ?

''Assolutamente si; la gamma è ampia e la prudenza indispensabile specie se il disturbo si protrae nel tempo. Lo specialista riesce a farsi una idea abbastanza precisa dalla sola osservazione della pelle , ma poi deve raccogliere delle conferme. Un fatto è certo, la ricerca ha fatto passi in avanti anche sul prurito, che può essere definito il disagio  del corpo umano secondo solo al dolore. Se si escludono diabete, malattie tiroidee, linfomi e leucemie, il dermatologo arriva ad una terapia efficace per trovare una soluzione al prurito".

Quali sono le fasce di età più colpite?

" Tutte, perché ne viene colpito già il neonato quando entra in  contatto con agenti esterni, oppure per allergie a saponi troppi  aggressivi. Quanto agli anziani è molto frequente  che la pelle secca determini prurito, essenzialmente agli arti inferiori, di norma di difficile gestione. Certamente non basta bere molta acqua per porre un rimedio efficace, anzi occorre procedere a più  tentativi terapeutici ed il medico ugualmente deve trasmettere fiducia al paziente  in quei casi in cui la soluzione tarda ad arrivare".

Vuol dire che è lontano il tempo in cui si riteneva che il prurito fosse una malattia facile  da curare?

" In effetti al riguardo un po' di approssimazione c'è stata : si pensava che bastasse un antistaminico e magari una pomata e tutto sarebbe finito in poco tempo. Poi la ricerca e la esperienza sul campo hanno prodotto risultati concreti, hanno rafforzato l'idea che il dermatologo è soprattutto un clinico e la situazione è cambiata, i colleghi internisti ed i pazienti ci ringraziamo perché sappiamo vedere oltre la pelle, che resta sempre uno specchio fedele  del corpo umano. Ce ne è voluto del tempo, ma oggi la gente che soffre di prurito non ci chiede più  una ...crema miracolosa, ma una visita accurata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento