rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Coronavirus, Medici Umbri (Cisl) ai cittadini: "Serve disciplina: ecco le regole al lavoro e a fare la spesa"

I camici bianchi: "Massima attenzione: l'80% non ha sintomi e quindi, non eseguendo i tamponi, non risulta tra i contagiati ufficiali"

L'appello ai cittadini da parte di una importante sigla  Medici dell'Umbria, quella della Federazione Cisl, è chiaro e si basa sui comportamenti da adottare per arginare la diffusione del contagio e rischiare di finire intubati - perchè questa è la drammatica realtà per molti dei pazienti - in una sala rianimazione di un ospedale umbro. "Mascherina, poche parole a distanza, si lavora in silenzio, tragitto essenziale al lavoro e per la spesa". Guai a sottovalutare, come purtroppo stanno facendo molti umbri, la potenza devastante del coronavirus.

Scrivono i medici: "Per quanto riguarda i dati attuali sul contagio occorre moltiplicare per 5 in quanto l'80% non ha sintomi e quindi, non eseguendo i tamponi, non risulta. In pratica chi ha sintomi è solo il 20% dei contagiati, di cui il 5% (sempre in rapporto al numero totale) ha seri problemi, con mortalità presunta ad oggi intorno al 3% (sempre sul totale). Servono disciplina e un po' di ottimismo, considerando che il nostro sistema sanitario dà assistenza adeguata e tutti i farmaci disponibili". Messaggio chiaro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Medici Umbri (Cisl) ai cittadini: "Serve disciplina: ecco le regole al lavoro e a fare la spesa"

PerugiaToday è in caricamento