rotate-mobile
Cronaca Magione

Caso Dolciami, l'autospsia conferma: morto a causa delle fiamme

I risultati dell'autopsia sul cadavare di Dolciami evidenziano che la morte sarebbe avvenuta a causa delle fiamme, considerato che non è stato rilevato nessun segno di violenza sul corpo

Sono arrivati i primi risultati dell’autopsia sul corpo dell’imprenditore Massimo Dolciami, ritrovato carbonizzato nei pressi di Magione. I due medici legali che hanno eseguito l’esame autoptico non avrebbero rilevato elementi validi che possano far pensare ad una morte violenta.

Infatti, secondo il resoconto di Umbria24, le dottoresse Laura Paglicci Reattelli e Anna Maria Verdelli non hanno riscontrato nessun trauma, contusione o frattura e questo porterebbe a pensare che Dolciami sarebbe morto a causa delle fiamme che gli hanno bruciato le vie respiratorie.

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Dolciami, l'autospsia conferma: morto a causa delle fiamme

PerugiaToday è in caricamento