menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Massaggi hot all'ombra della Porziuncola, cinese nei guai per sfruttamento della prostituzione

Online gli annunci dei servizi e dellle prestazioni delle ragazze del centro benessere. In tribunale la titolare patteggia 1 anno e 8 mesi

Massaggi hot all’ombra della Porziuncola. Finisce in tribunale la titolare, cinese, del centro benessere dove, secondo la Procura perugina, si svolgevano incontri sessuali a pagamento.

L’imputata, difesa dall’avvocato Luisa Manini, era stata trovata, da sola, nel centro massaggi e nel corso della perquisizione della sua abitazione, al piano superiore, erano state trovate diverse confezioni di profilattici, segno che nei locali si svolgesse un’intensa attività sessuale. In cassa c’erano trenta euro.

A mettere in allarme gli investigatori, però, era stata la pubblicazione mensile, in un sito online di annunci particolari, di una pubblicità dei servizi offerti dal centro massaggi. Ogni mese la donna avrebbe pagato 250 euro per pubblicare quegli annunci.

In aula la donna si è difesa sostenendo di aver rilevato l’attività da una connazionale e anche il contratto per la pubblicità, non interessandosi a quanto riportato negli annunci. Scegliendo, infine, la via del patteggiamento e la condanna ad 1 anno e 8 mesi per favoreggiamento della prostituzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento