rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Massacrata nel giro di poche ore due volte: la vittima costretta a rifugiarsi in camera, arrestato perugino

L'uomo è stato immediatamente arrestato e portato a Capanne. Intervento salva-vita della Polizia

Arrestato 49enne perugino accusato di atti di violenza nei confronti della propria compagna, una donna italiana di 51 anni. Una serie di richieste direttamente alla Sala Operativa della Questura di Perugia ha permesso di mettere in campo una task-force di agenti della Volante che sono riusciti a salvare la donna dal suo aguzzino. Ma non è stato facile convincere la vittima a sporgere, all'inizio, denuncia anche dopo che era stata selvaggiamente picchiata con pugni e calci al volto ed al torace all'interno della sua auto nel parcheggio dello stadio cittadino. Gli agenti erano intervenuti anche in questa circostanza senza trovare l'autore delle violenze che si era già allontanato.

Purtroppo, solo poche ore più tardi, la Sala Operativa della Questura riceveva un’altra richiesta di intervento a causa di una violenta lite familiare in corso, questa volta all’interno dell’abitazione occupata dalla coppia. Una volta entrati nell'appartamento, gli agenti hanno trovato il caos: mobili e aggetti distrutti e macchie di sangue sul pavimento. Sotto choc e chiusa nella sua camera da letto hanno trovato la vittima con il volto tumefatto e ferite in altre parti del corpo. E' stato necessario l'intervento del personale medico del 118. Dopo una breve indagine il 49enne, già con precedenti per maltrattamenti in famiglia, è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Capanne. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrata nel giro di poche ore due volte: la vittima costretta a rifugiarsi in camera, arrestato perugino

PerugiaToday è in caricamento