menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Cento metri cubi di immondizia e rifiuti pericolosi, sequestrata discarica abusiva

L'indagine è stata portata avanti dal Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Perugia. Il sequestro preventivo dell'area è stato disposto dal tribunale

Un altro attacco al cuore verde dell'Italia e una discarica abusiva a Massa Martana - ora posta sotto sequestro - di quindicimila metri quadrati, accessibile liberamente, e colma di rifiuti pericolosi. La decisione del sequestro preventivo dell'area (di proprietà di una società di cui al momento risulta estranea ai fatti contestati) è arrivata dal tribunale di Spoleto, a seguito delle indagini del Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Perugia.  Nell'area, "nascosta ma liberamente accessibile" sono stati ritrovati centro metri cubi di rifiuti tra materiale ingombrante, di demolizione di scavo e pericolosi, "derivanti da attività industriale o artigianale". 

Un altro colpo al cuore verde dell'Umbria, scoperta discarica abusiva con rifiuti pericolosi

Già nell'aprile scorso le guardie del WWf, coordinate da Sauro Presenzini, avevano scoperto a Massa Martana l'esistenza di una un’area di 15.000 metri quadrati disseminata di rifiuti urbani, ingombranti, speciali e pericolosi e avevano chiesto l'ordinanza di sgombero al Comune di Massa Martana
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento