Donna "liberata" dal marito-padrone che la massacrava di botte: ora è in una struttura protetta

Le ha rifilato due cazzotti alla testa provocandole delle ferite che sono state curate dal 118. Ancora una volta gli agenti della questura sono costretti ad intervenire per arginare le aggressioni in famiglia. Ancora una volta un uomo - si tratta di uno straniero di 49 anni - ha più volte aggredito una donna, la moglie, - di 24 anni - senza motivo, ma solo per quella cultura del padre-padrone che tutto gli è dovuto. Gli agenti hanno trovato la giovane ferita alla testa e la casa a soqquadro.

La moglie ha raccontato di essere stata aggredita due volte nel giro di un'ora: la prima volta è stata colpita al volto e lasciata a terra. Poi il marito è ritornato e trovandola al telefono - chiedeva aiuto al 118 - l'ha picchiata di nuovo. La 24enne è stata portata in una struttura protetta della città, il marocchino è stato successivamente rintracciato ed identificato e i poliziotti lo anno indagato per maltrattamenti in famiglia. Gli investigatori dell’Anticrimine gli hanno inoltre notificato il provvedimento di ammonimento emesso a suo carico dal Questore di Perugia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Senato assume personale, il concorso: primo stipendio da 1.726 euro al mese

  • Umbria, tragico schianto in moto: Francesco muore nell'incidente

  • Quando Cicciolina girava per il centro di Perugia mostrando le sue grazie ai passanti

  • Family Day Perugia, il cattolico Fora non firma il manifesto e accusa: "Chi sta con Salvini non può dirsi cristiano"

  • Quando Bob Dylan, a Perugia, perse l’amore

  • Tragedia nel bosco, muore cacciatore: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento