Marsciano, operazione scuole sicure: il Comune impegna un milione e mezzo

L'amministrazione di Marsciano stila la lista dei plessi rimessi a nuovo e quelli in fase di miglioramento antisismico

Prevenire è meglio che curare. Sarà una banalità, ma funziona. Come “investiamo sulle generazioni future”, per dire. A Marsciano ci credono, tanto da mettere sul piatto più di un milione e mezzo di euro per l’adeguamento sismico e l’efficientamento energetico delle scuole del territorio. Tutto spalmato fra il 2014 e il 2015. Insomma, è da un po’ che ci lavorano. E andranno avanti a farlo. Parola dell’amministrazione comunale.

E allora giù con la lista dei lavori in corso. “Agli interventi, recentemente ultimati, di miglioramento sismico, per un importo di 108mila euro, che hanno interessato, nell’estate scorsa, la scuola elementare IV Novembre del capoluogo,  - scrivono dal Comune di Marsciano - si vanno ora ad aggiungere gli interventi in corso di esecuzione di adeguamento sismico e ristrutturazione dell’asilo nido di Spina per un importo di 350mila euro e quelli ormai in via di completamento, anche in questo caso per adeguamento sismico e ristrutturazione, della materna di Compignano, per un investimento di 250mila euro”. E ancora: “Nel corso del mese di gennaio inizieranno anche i lavori, già appaltati, di miglioramento sismico del polo scolastico di Schiavo per un importo pari a 350mila euro, mentre lo scorso 2 gennaio sono iniziati i lavori di efficientamento energetico della scuola materna di Papiano per un importo di circa 210mila euro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una “priorità condivisa con tutta la comunità”. L’assessore comunale ai Lavori e Opere pubbliche Gionata Moscoli non ha dubbi: “Abbiamo chiaro che gli importanti stanziamenti che abbiamo deciso di investire nelle scuole sono andati a sottrarre risorse per investimenti di altra natura, ma la nostra è stata una scelta, nella consapevolezza che le scuole e il loro ammodernamento, sia per quanto riguarda le strutture, sia per ciò che interessa l’efficientamento energetico e le loro dotazioni, restano, in un momento così particolare per la situazione scolastica nel nostro Paese, l’obiettivo fondamentale di questa Amministrazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • LA LETTERA al sindaco. Ordinanza: "Non si interviene così: chi ha sbagliato paghi ma senza penalizzare noi commercianti"

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 24 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Ordinanza Umbria-Marche: via libera alla mobilità tra comuni di confine tra le due regioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento