menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marsciano, scoppia incendio in un casolare: uomo mangiato vivo dalle fiamme

Intorno alle 19 del 10 dicembre il 118 di Marsciano e Pantalla ha trovato il corpo di un uomo completamente carbonizzato. La vittima aveva telefonato ad un amico per dirgli dell'incendio. Non è riuscito a fuggire

Un uomo, sui 50 anni, è morto carbonizzato dopo l'incendio avvenuto in una struttura che sarebbe di proprietà dell'ex Comunità Montana. Il corpo è stato trovato intorno alle 19 dal personale del 118 in località San Venanzo, al confine tra la provincia di Perugia e di Terni. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco. L'allarme è stato dato da un collega che era al telefono con lui quando è scoppiato l'incendio. La vittima avrebbe urlato all'apparecchio: "Aiuto, aiuto qui sta bruciando tutto".

Ma non sarebbe riuscito a fuggire - secondo una prima ricostruzione - perchè è caduto a terra ferendosi gravemente ad una gamba. Probabilmente una frattura scomposta lo ha bloccato sul pavimento mentre le fiamme lo ricoprivano senza appello. Il fatto è avvenuto in aperta campagna, in una zona isolata, sembra, stando alle  informazioni raccolte dall'Ufficio Stampa della Azienda Ospedaliera di Perugia che il casale appartenga all'Agenzia Forestale. 

AGGIORNAMENTO -  La vittima è Silvano Savoni, 54 anni, nato a Roma, residente nel Comune di Marsciano, 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento