Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

Muore a 17 anni all'Ospedale, scatta l'esposto. Azienda Ospedaliera: "Subito trasferimento in terapia intensiva ma non c'è stato nulla da fare"

Si resta in attesa dei risultati che emergeranno dall'autopsia. L'Ospedale ha espresso anche le più sentite condoglianze alla famiglia

"In merito alla giovane paziente di 17 anni deceduta lo scorso 27 marzo al Santa Maria della Misericordia, la Direzione dell’Azienda Ospedaliera, in attesa della conferma delle cause del decesso a seguito di esame autoptico, ha verificato l’iter diagnostico terapeutico intrapreso dai sanitari": lo ha comunicato l'ufficio stampa del nosocomio perugino dopo che in queste ore è partito il tam-tam mediatico sull'assurda e ancora inspiegabile morte di Maria, 17 anni, entrata al Santa Maria della Misericordia “con qualche linea di febbre e mal di gola” e non più tornata a casa. È stato presentato un esposto e la Procura di Perugia ha aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti e disponendo l’autopsia dal momento. La famiglia fa sapere che non accusa nessuno, ma vuole solo sapere cosa abbia provocato la morte della figlia: “Vogliamo solo sapere la verità e, se questa porterà alla luce responsabilità da parte di qualcuno, chiediamo giustizia”.

Muore a 17 anni dopo il ricovero in ospedale, la famiglia: "Verità per Maria"

"Dalle prime verifiche risulta - secondo l'ospedale è stato effettuato tutto l'iter - che la giovane paziente, dopo essere stata tempestivamente sottoposta in pronto soccorso ai necessari accertamenti diagnostici e alle cure del caso, presentava condizioni che necessitavano dell’immediato ricovero nel reparto di Terapia Intensiva.  Nonostante le cure intensive garantite dai sanitari, il successivo decorso clinico è stato così repentino da condurla al decesso in meno di 48 ore". La Direzione ospedaliera, anche a nome di tutti i professionisti, ha espresso le più sentite condoglianze alla famiglia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore a 17 anni all'Ospedale, scatta l'esposto. Azienda Ospedaliera: "Subito trasferimento in terapia intensiva ma non c'è stato nulla da fare"
PerugiaToday è in caricamento