menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ESCLUSIVO Torna in città un prezioso manoscritto, inedito e autografo, del musicista perugino Morlacchi

È tornato nella Grifagna un prezioso manoscritto del musicista perugino Francesco Morlacchi, nato vicino a piazza Grimana, nel popolare quartiere della Spina. Quartiere demolito (“per decoro”) in epoca fascista, mai più ricostruito e di cui resta eco nella buia via della Spina, a salire per corso Garibaldi.

Il manoscritto è frutto del fiuto eccezionale della massima studiosa del musicista perugino, al cui nome sono intestati il Conservatorio musicale e il teatro cittadino. A distanza di oltre due secoli, l’opera trova così una rinnovata vitalità. La musicologa Bianca Maria Brumana (foto), docente allo Studium perusinum e alla Sorbona, ha acquistato a un’asta il prezioso reperto, il cui valore era sfuggito alla comunità dei musicisti.

Torna così nella Vetusta ciò che da Perugia era partito. Quando il letterato Antonio Mezzanotte, erede dei manoscritti di Morlacchi, cedette al conte Giovan Battista Rossi Scotti tutta la raccolta, poi frazionata e dispersa come dono per esperti e collezionisti. La casa d’aste aveva erroneamente classificato il lotto come relativo ai ‘bagni di Taranto’. In realtà le composizioni erano state scritte nella località termale di Tharandt, con stabilimento nei pressi di Dresda, frequentata da Goethe, Shiller e Kleist, come anche da Napoleone e dalle teste coronate di mezza Europa.

Si tratta di canzoni “da tavola”, ossia destinate a un momento conviviale, composte dal musicista perugino nel 1812 e dedicate a tal Antonio Pusinelli, gestore dei bagni della rinomata località balneare. Oltre alla musica, sono di Morlacchi le parole, con richiami mitologici e una scansione tripartita. Doveva essere eseguita da un coro di soprano, alto, tenore, baritono, con orchestra di fiati e banda turca. Le sue caratteristiche sono adatte a rendere un clima festoso e ne consentono l’esecuzione all’aperto. Tanto che nel Corciano Festival 2016 ne è stata data esecuzione in anteprima mondiale.

4 la professoressa Bianca Maria Brumana mostra gli autografi di Francesco Morlacchi-2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento