Carceri, sit-in della Polizia Penitenziaria a Capanne: il 13 settembre

Sit-in promosso dalle organizzazioni sindacali Lisiapp e Sappe al fianco del personale in servizio a Capanne

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PerugiaToday

Manifestazione davanti la carcere perugino di Capanne, il prossimo 13 settembre degli agenti della Polizia penitenziaria, che attiveranno un sit-in per sollecitare la risoluzione delle numerose problematiche che persistono nella struttura penitenziaria perugina.

"A questo - si legge in una nota del Lisiapp - Libero Sindacato Appartenenti Polizia Penitenziaria - noi faremo la nostra parte come organismo sindacale di categoria unitamente al Sappe e, staremo al fianco dei nostri colleghi per protestare contro questo silenzio assurdo degli organi centrali dell'Amministrazione Dap.

Purtroppo nella regione Umbria il personale della Polizia Penitenziaria vive dei silenti drammi di gestione, che non superano la soglia delle cancellate del carcere, per senso di dovere e appartenenza, ma che stanno aggravandosi prefigurando delle situazioni ingestibili. E' necessario, quindi, rispondere ai disagi in modo concreto e tempestivo";ha dichiarato il segretario nazionale del Lisiapp, Massimo Ceppi.

"A tutto ciò afferma con forza il segretario generale Lisiapp, Daniele Rosati che sottolinea: "Noi andremo ad oltranza con il sit-in, fin quando non arriveranno risposte concrete e soluzioni per tamponare, una situazione di emergenza giunta ormai al collasso".

Torna su
PerugiaToday è in caricamento