Cronaca

Guerra Russia-Ucraina, in piazza per la Pace anche il sindaco Romizi e l'assessore Giottoli: "Qui per ribadire che il dialogo è l'unica via"

Centinaia di persone, bandiere e striscioni contro la guerra erano presenti in Piazza Italia al presidio “L’umanità al potere” organizzato dalla “Rete 10 dicembre e oltre”, che raccoglie molte realtà dell’associazionismo cittadino, insieme a Cgil, Cisl e Uil.  In piazza Italia anche il sindaco Andrea Romizi, l’Assessore allo sviluppo economico Gabriele Giottoli, molti consiglieri comunali di maggioranza e minoranza e la Presidente della Regione, Donatella Tesei.

“Ci troviamo a parlare di pace soltanto allo scoppio di una guerra” - ha dichiarato l’Assessore Giottoli – “Purtroppo tanti sono i conflitti aperti. Siamo in piazza per ribadire il ruolo che la politica deve avere tutti i giorni nel costruire i processi di pace, praticando il dialogo e la capacita’ di fare sintesi tra interessi spesso contrapposti, nel piccolo cosi’ come nel grande”. Nella mattinata, anche l’Assessore alla famiglia e ai servizi sociali Edi Cicchi, ha dichiarato che l’impegno del comune sarà massimo per sostenere donne e bambini in arrivo dalla guerra. 

Far tacere subito le armi e avviare un vero processo di pace è la richiesta che si leva dalle piazze umbre. “Ancora una volta oggi – affermano i promotori della manifestazione – si sceglie la follia della guerra, i cui impatti più devastanti ricadranno sui civili e le popolazioni inermi, per colpa di sete di potere, di rivendicazioni nazionaliste, di interessi particolari soprattutto legati al profitto armato. Siamo di fronte ad un attacco che nega il principio dell’autodeterminazione dei popoli e fa precipitare l’Europa sull’orlo di un conflitto globale.”
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra Russia-Ucraina, in piazza per la Pace anche il sindaco Romizi e l'assessore Giottoli: "Qui per ribadire che il dialogo è l'unica via"
PerugiaToday è in caricamento