Cronaca

Il tribunale le toglie i figli, lei li "rapisce" e scappa all'estero: condannata

Donna a processo per sottrazione di minori: oggi la condanna in primo grado; era scappata all'estero con i suoi figli piccoli

Una madre è stata condannata al tribunale di Perugia ad un anno e due mesi (pena sospesa) per aver sottratto i suoi figli minorenni. Il giudice Cataldo ha accolto la richiesta del Pm e per l’imputata, una donna di origini straniere, è arrivata la sentenza di primo grado.

Il tribunale dei Minori aveva tolto alla madre i suoi due figli piccoli perché ritenuta non idonea a prendersi cura di loro, ed erano stati affidati a una famiglia con la possibilità, per la madre, di poterli incontrare una volta a settimana. Tutto sembra procedere secondo quanto stabilito, quando un giorno decide di riprendersi con sé i suoi figli.  La donna scappa all’estero, ma dopo qualche giorno si rende conto della decisione avventata, e decide di ritornare in Italia, ma ormai per lei è partita una denuncia da parte degli assistenti sociali per sottrazione di minori. Per l’imputata si è aperto così un procedimento giudiziario con la condanna in primo grado. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tribunale le toglie i figli, lei li "rapisce" e scappa all'estero: condannata

PerugiaToday è in caricamento