Dilapida un "capitale" per la coca e punta un coltello contro la madre, giovane condannato

Una dipendenza, quella dalla cocaina, che lo avevano spinto ad avere comportamenti violenti nei confronti della madre. Ora sta tentando di ricostruirsi una vita lontano dalla droga

Incensurato, lavoratore, con una vita tranquilla, come tante. Poi quell'incontro sciagurato con la cocaina, l'inizio della dipendenza e di un incubo che inevitabilmente si è ripercosso anche contro i suoi stessi familiari. Lui, un giovane di 25 anni, è stato arrestato a giugno scorso per maltrattamenti in famiglia ed estorsione, quando i poliziotti della squadra Mobile di Perugia gli hanno bussato alla porta notificandogli l'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Secondo gli inquirenti, anche a seguito della denuncia sporta dalla madre (in seguito ritirata, ma per reati del genere si procede comunque d'ufficio), il giovane si sarebbe reso responsabile di un clima teso e violento generato dalla sua dipendenza e dalla sua impellente richiesta di soldi per soddisfarla. Dilapidando qualcosa come 70mila euro, il 25enne ha però spiegato di non aver mai attinto ai conti correnti della famiglia, se non avanzando qualche sporadica richiesta di denaro. 

Nel febbraio scorso, non avendo ottenuto la somma richiesta però, aveva spalancato la finestra e minacciato la madre di buttarla di sotto se non lo avesse subito accontentato. Sempre per gli stessi motivi, era arrivato a puntare un coltello contro la donna e a distruggere una sedia ed altre suppellettili in cucina.

Dopo essere finito in carcere e in seguito agli arresti domiciliarii, il giovane - difeso dall'avvocato Giulio Liscio - è finito davanti al giudice dove questa mattina, in seno al rito abbreviato, è stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione (pena sospesa) a fronte di una richiesta di due anni e quattro mesi avanzata dalla procura in aula.  Caduta l'ipotesi di estorsione, la difesa ha puntato a far riconoscere che le cifre spese dall'imputato per acquistare la droga, provenissero in realtà dai suoi oculati risparmi. 

Il 25enne intanto ha deciso di intraprendere un percorso di cura di Sert per allontanare per sempre lo spettro della droga dalla sua vita. E da quella dei suoi familiari. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, decine di interventi dopo il temporale della notte: le zone più colpite

  • Anziana morta, il figlio l'ha vegliata per 16 giorni

  • Via Sicilia, malore nella notte in un appartamento: muore 40enne, indagano le forze dell'ordine

  • Neonata prigioniera dell'auto parcheggiata sotto il sole, salvata dai vigili del fuoco

  • Previsioni meteo in Umbria: torna la pioggia, calo delle temperature fino ad otto gradi

  • Inaugurata la storica Latteria di via Baglioni, look nuovo … e sapore d’antico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento