Cronaca

Quando l'inferno è in famiglia: maltratta e aggredisce il figlio piccolo e la moglie, 28enne arrestato

Nel corso della perquisizione in casa, i carabinieri hanno sequestrato all’indagato una pistola scacciacani ma priva del tappo rosso, una spada giapponese tipo katana, un pugnale e una mazza da baseball

Maltrattamenti in famiglia. Con questa accusa è finito in carcere un uomo di nazionalità tunisina di 28 anni, arrestato dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Perugia su ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale. Già conosciuto alle forze dell’ordine, avrebbe maltrattato la moglie e il loro figlio piccolo di cinque anni, entrambi vittime di continue aggressioni da parte del 28enne. Per banali motivi si è scagliato contro i familiari in varie occasioni con insulti e violente percosse. In un altro episodio, invece, avrebbe picchiato il bambino, preso per i capelli e minacciato di morte perché – a detta del padre – non si difendeva a dovere dagli altri suoi compagni di gioco.

Un regime di vita familiare improntato alla violenza, che ha fatto scattare a suo carico la misura della custodia cautelare in carcere. Nel corso della perquisizione in casa, i carabinieri hanno sequestrato all’indagato una pistola scacciacani ma priva del tappo rosso, una spada giapponese tipo katana, un pugnale e una mazza da baseball, quest’ultima utilizzata per colpire la moglie in uno degli episodi di violenza. Le indagini hanno preso piede a seguito di alcuni episodi segnalati, anche accaduti in strada. Ora il 28enne si trova a Capanne a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando l'inferno è in famiglia: maltratta e aggredisce il figlio piccolo e la moglie, 28enne arrestato

PerugiaToday è in caricamento