menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mio marito picchia me e mia figlia", ma all'arrivo degli agenti dice che la bimba non vive con lei: processata

La donna per paura avrebbe detto che la figlia si trovava in Marocco, in realtà era a casa dei nonni

Denuncia il marito per maltrattamenti nei suoi confronti e della figlia, ma quando arriva l’ispezione a casa dichiara che la bimba vive in Marocco. In realtà era con i nonni a Perugia e la madre finisce indagata per false dichiarazioni.

La donna, difesa dall’avvocato Gaetano Figoli, si era rivolta alle forze dell’ordine denunciando degli episodi di maltrattamento da parte del marito. Violenze verbali e fisiche contro di lei e la figlia piccola.

Erano iniziate le indagini e tra gli adempimenti anche un sopralluogo a casa della coppia per valutare eventuali riscontri alle dichiarazioni della donna.

Nel frattempo la situazione con l’uomo doveva essersi stabilizzata (l’uomo sarà poi raggiunto da un provvedimento di ammonimento da parte del Questore per i suoi comportamenti) perché quando la donna ha aperto agli agenti avrebbe dichiarato il falso, affermando che la bimba non viveva in casa con loro, ma si trovava in Marocco con i nonni.

Una dichiarazione dettata, forse, dalla paura di perdere la potestà sulla bambina. Che in realtà era sì dai nonni, ma sempre a Perugia.

Da qui la denuncia per false dichiarazioni a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Comune di Perugia cerca personale: i profili richiesti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento