Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Violenze e maltrattamenti alla ex davanti alla figlia piccola, finisce sotto processo

All'uomo è stata revocata la potestà genitoriale e non può avvicinare la compagna e la bimba

Violenza psicologica e fisica sia durante la convivenza sia dopo la separazione, minacce di morte, di dar fuoco all’abitazione, distruzione di mobili e dei giocattoli della bambina piccola. Una storia di violenza che è arrivata in tribunale, a Spoleto.

La donna, assistita dall’avvocato Monia Dottorini, ha denunciato gli episodi di violenza psicologica e fisica vissuti nel corso della relazione con un uomo. Relazione dalla quale era nata anche una bambina. Secondo la denuncia l’uomo tornava a casa ubriaco e distruggeva tutto ciò che trovava davanti: mobili, porte, oggetti di vario genere, compresi i giocattoli della bambina. Violenze che non erano cessate neanche quando la donna si era rivolta ai servizi sociali e ad un centro antiviolenza.

L’uomo aveva, infatti, continuato a minacciarla, sia di notte sia di giorno, dicendo che avrebbe dato fuoco all'abitazione. Oltre alle denunce era intervenuto anche il Tribunale dei Minori di Perugia con la revoca della potestà genitoriale nei confronti dell’uomo, con divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla bambina, anche perché gli atteggiamenti violenti ed aggressivi del padre avvenivano spesso alla presenza della propria figlia.

La denuncia ha portato all’apertura di un fascicolo e al rinvio a giudizio per l’uomo. La fase istruttoria si è aperta con l’audizione dei primi testi, a partire dalla persona offesa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze e maltrattamenti alla ex davanti alla figlia piccola, finisce sotto processo

PerugiaToday è in caricamento