Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Picchia e minaccia la ex e la madre: a processo per maltrattamenti ed estorsione

La donna è scappata di casa e lo ha denunciato. Ai genitori: "Dammi i soldi o brucio l'appartamento"

Picchia e insulta la compagna e la madre e finisce in tribunale per maltrattamenti in famiglia e di estorsione.

La Procura di Perugia contesta all’imputato, difeso dall’avvocato Elisabetta Desinano, di avere maltrattato la convivente con “percosse, botte, cazzotti, pugni” e insulti “creando un costante stato di assoggettamento psicologico nei confronti della donna”. Violenze e maltrattamenti che sarebbero proseguito anche dopo che la donna si era allontanata dall’abitazione che condivideva con l’uomo, che avrebbe continuato a insultarla, presentandosi sotto casa “urlando di ridargli la figlia”.

Per questi comportamenti l’imputato era stato allontanato da casa e messo ai domiciliari presso la madre, ma avrebbe tentato di estorcerle del denaro, venendo accusato anche di questo reato. Secondo l’accusa avrebbe costretto la donna, con minacce e violenza, a consegnargli denaro altrimenti avrebbe dato fuoco all’abitazione.

I comportamenti contestati dalla Procura sono avvenuti tra il marzo e l’arile del 2023 tra Umbertide e Tuoro sul Trasimeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia e minaccia la ex e la madre: a processo per maltrattamenti ed estorsione
PerugiaToday è in caricamento