Cronaca

Maltempo, tra pioggia e neve 24 ore difficili: la mappa dei disagi, dalle frane alle strade chiuse

Molteplici per monitorare il livello dei fiumi, spargere il sale e passare con mezzi sgombraneve

Tra pioggia e neve sono state 24 ore complicate per la provincia di Perugia. A partire dalla serata di domenica sono stati molteplici gli interventi che hanno visto impegnati tecnici del settore viabilità della provincia per monitorare il livello dei fiumi, spargere il sale e passare con mezzi sgombraneve.

TRASIMENO - Mezzi spargisale innazione da ieri sera per via del giacchio formatosi sulle strade soprattutto a Città della Pieve, Panicale, Paciano, Mugnano, Fontignano e la zona alta del lago come Tuoro, Passignano e Castel Rigone. Nella giornata odierna è caduta la neve a Castel Rigone e Lisciano Niccone che ha reso necessario l’intervento del mezzo sgombraneve. Nella zona del Trasimeno per uno smottamento nella rupe lungo la strada provinciale, è stato temporaneamente interrotto il traffico veicolare e pedonale, nel tratto interessato, della SS 75 bis del Trasimeno e di via San Crispolto.

L'ALTOTEVERE - Alberi caduti a Trestina che si sono abbattuti sulla carreggiata stradale, probabilmente a causa del peso della neve caduta nella prima mattinata di oggi. Circolazione scorrevole anche in alta quota lungo la SS 73 Bis al Valico Bocca Trabaria e lungo la SP 257 Apecchiese nel Valico di Bocca Serriola che sono rimasti aperti grazie al pronto intervento di mezzi sgombraneve. Oggi si registrano interventi per sgombero neve sulla provinciale 106 che dalla Baucca porta a Pietralunga e sulla strada provinciale 201 che collega Pietralunga a Gubbio.

IMG-20210125-WA0009-2PERUGINO - Ieri in località Canneto è stato rimosso uno smottamento e si è intervenuti per sanare vari allagamenti. In serata si è proceduto a spargere il sale. Stamattina si è intervuti per sgomberare neve sulle strade di confine tra  Gubbio e Pwerugia, in particolare Fratticiola Selvatica. Nella zona del tuderte, si segnalano frane sulla SP 373 di Montecastello di Vibio in località Doglio; sulla SP 380/1 di Ponte Martino in località Todi e Izzalini; sulla Sp 414 /1 di Collevalenza in località Collevalenza. Le frane in questione sono di valle che al momento non hanno reso necessaria la chiusura della strada dove si sono verificate. Le abbondanti piogge che continuano anche nella giornata odierna hanno, inoltre, provocato allagamenti e smottamenti vari.

GUALDO TADINO - Le abbondanti piogge di ieri hanno richiesto l'impegno dei tecnici della Provincia sulla strada provinciale Schifanoia per eliminare un allagamento provocato dall’esondazione di un torrente che ha invaso la carreggiata.

NEVE - Oggi si registra neve sempre a Gualdo Tadino, sulla dorsale appenninica, Colfiorito, Annifo sopra i 500 metri. Dalle prime ore della giornata sono in azione i mezzi sgomberoneve, ma le strade sono tutte percorribili.

VALNERINA - Oltre mezzo metro abbondante di neve si registra a Castelluccio. I valichi della zona sono tutti aperti e si circola tranquillamente. I disagi maggiori si hanno nella SP 477 di Castelluccio nei tratti 1, 2 e 3. La situazione è costantemente monitorata dalla Provincia e si interviene con mezzi spargisale e sgombraneve. “In questa delicata e difficile situazione – ha voluto sottolineare la consigliera provinciale Erika Borghesi, delegata alla Viabilità – vorrei ringraziare le maestranze della Provincia che fin dalla giornata di domenica si sono adoperate per ridurre i disagi dovuti al maltempo e cercare di intervenire tempestivamente e puntualmente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, tra pioggia e neve 24 ore difficili: la mappa dei disagi, dalle frane alle strade chiuse

PerugiaToday è in caricamento