Il maltempo semina danni e strappa la gronda della Casa dei Cerbiatti

Il vento non perdona e strappa la gronda a merletto della Casa dei Cerbiatti in via Cialdini. Una delle costruzioni più carine del Liberty di Monteluce

Il vento non perdona e strappa la gronda a merletto della Casa dei Cerbiatti in via Cialdini. Una delle costruzioni più carine del Liberty di Monteluce. Il nome deriva dal soggetto delle figurazioni che percorrono il sottotetto con una fascia spaziosa e (un tempo) coloratissima. La notizia ci viene segnalata dall’amico informatico e fotografo Marco Andrea Fichera (cui sono debitore degli scatti che immortalano il danno). 

L’Inviato cittadino se ne interessò, in più di un’occasione, per mettere in risalto l’inarrestabile degrado di quelle decorazioni della greca, opera del muralista Lanciotto Fumi. La proprietà fa capo alla famiglia Giulivi che risiede in un immobile poco sotto, in prossimità delle scalette che adducono alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta.

I proprietari espressero disponibilità al recupero di quel bene culturale, non senza evidenziare che il restauro comporta oneri pesantissimi, a fronte di un utilizzo marginale. Difatti, come in genere accade per le costruzioni di questa tipologia, le stanze sono piccole e poco luminose, le fondazioni poco robuste e l’umidità risale per capillarità sulle pareti. Il tutto è da consolidare, bonificare, restaurare.

È da dire che quel gioiello, oltre al versante su Via Cialdini, si protende su un giardino orientato su via Brunamonti. Ed anche quel lato è elegantemente decorato dallo stesso Fumi.

La nipote del pittore murale, Alessia, restauratrice di lusso (buon sangue non mente!) si dichiarò disponibile all’intervento. Così come ne sarebbe lieto suo padre, che in quella casa abitò per diversi anni ed è legato ad essa da nostalgici ricordi. Ora la tempesta di vento dei giorni scorsi sembra aver richiamato l’urgenza del recupero. Fa male al cuore vedere quel lacerto di lamiera ciondolare dal tetto e poi piombare a terra (foto). Difatti la splendida gronda merlettata, vera opera d’arte di lattoneria idraulica liberty, è stata divelta dalla forza del vento. Così è come se avessero strappato un pezzo di memoria ai monteluciani e ai perugini che amano la propria città.

Che fare? L’intervento si dichiara sempre più urgente. Ma le Istituzioni non potrebbero dare una mano ai proprietari per realizzare quel prezioso recupero? 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento