rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Processato per aver provocato un incidente, ma aveva avuto un malore alla guida: assolto

Dalla ricostruzione del perito è emerso che il conducente viaggiava a 30 chilometri all'ora ed era stato l'automobilista che procedeva in senso contrario ad invadare la corsia opposta

Andava a 30 chilometri all’ora e ha avuto un malore, ma non ha invaso la corsia opposta e l’incidente è colpa dell’altro automobilista che procedeva in senso contrario: assolto in primo grado e in appello.

Secondo i giudici di appello “la ricostruzione della dinamica del sinistro operata dal primo giudice all’esito dell’esaustiva istruttoria espletata va ritenuta del tutto condivisibile così come le conclusioni del perito che, contrariamente a quanto sostenuto dall’appellante, non risultano censurabili per la metodologia seguita”. Nella ricostruzione “appare del tutto compatibile con il superamento della mezzeria la velocità assai moderata del veicolo condotto dall’imputato (30 km/h), essendo verosimile che il medesimo avesse rallentato in conseguenza di una perdita di conoscenza o di una distrazione”.

Il perito ha spiegato “che il coefficiente di attrito utilizzato teneva conto del fondo inghiaiato e bagnato, stante la forte precipitazione di pioggia che aveva preceduto il sinistro, né appare supportata da alcun fondamento scientifico la tesi dell’appellante secondo cui, in assenza di un esame diretto dei veicoli incidentati, sarebbe stato impossibile determinare, a distanza di quattro anni, il punto d’urto e, quindi, accertare quale dei due veicoli avesse invaso la corsia di marcia percorsa dall’altro”.

Da ultimo, “ad ulteriore conferma che era stato il veicolo dell’appellante ad invadere l’opposta corsia di marcia e a provocare l’impatto frontale con il veicolo condotto dalla persona offesa vi è la circostanza che il veicolo dell’appellante non aveva riportato danni sulla parte destra della fiancata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processato per aver provocato un incidente, ma aveva avuto un malore alla guida: assolto

PerugiaToday è in caricamento