In malattia per non andare al lavoro, in realtà in viaggio all'estero: medico denunciato per truffa

Indagine del commissariato di Città di Castello, nei guai professionista 55enne di un'azienda sanitaria

Assente per malattia ufficialmente. In realtà in viaggio all'estero, approfittando di un periodo di "riposo" dal lavoro non dovuto. Nessuna malattia, nessun impedimento per continuare a svolgere il suo ruolo di medico dell'Azienda sanitaria, una truffa secondo gli agenti del commissariato di Città di Castello che hanno indagato sull'anomala assenza del professionista 55enne. 

Constatato che l'uomo aveva lasciato effettivamente l'Italia, la Procura ha ottenuto un mandato di perquisizione che ha permesso agli agenti di trovare conferma al viaggio di piacere all'estero, periodo confermato dai timbri sul suo passaporto. A conclusione degli accertamenti il professionista è stato denunciato per truffa ai danni dello Stato.

Da una fonte esterna alla Usl Umbria 1 è arrivata la segnalazione che un dirigente medico, operante all’ospedale di Città di Castello, si era recato in vacanza all’estero durante un periodo di assenza dal lavoro per malattia. La direzione del presidio ospedaliero ha subito raccolto materiale e segnalato la vicenda alle forze dell’ordine, con le quali sta tuttora collaborando, per avviare gli opportuni accertamenti che hanno poi portato alla denuncia del professionista.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento