Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Danni per il farmaco assunto in gravidanza, Ministero senza soldi non paga il risarcimento

Il Tribunale amministrativo regionale sospende il ricorso per un cavillo, ma ricorda al dicastero della Salute che le sentenze vanno rispettate ed eseguiti gli adempimenti ordinati

Il Ministero della Salute non ha soldi nei meandri del bilancio e non può pagare i risarcimenti stabiliti dal Tribunale di Perugia, sezione lavoro, con una sentenza del 2007 a favore delle vittime degli effetti collaterali di un farmaco.

Il Tribunale amministrativo regionale dell’Umbria, però, pur respingendo il ricorso di alcune vittime, difese dagli avvocati Marco Calandrino, Alberto Marin, Michele Nannarone e Massimiliano Poggianti, ha ritenuto che il Ministero debba pagare “non potendo la mancanza di disponibilità finanziarie su apposito capitolo di bilancio costituire un’esimente per non onorare i debiti dell’amministrazione accertati mediante sentenza”.

Il Ministero della Salute doveva pagare un risarcimento “previsto per quelle persone che nacquero negli anni 50 e 60 con gravi menomazioni, talvolta senza gambe e/o braccia, a causa del talidomide assunto dalle loro madri in gravidanza”, ma non ha provveduto a liquidare la somma complessiva decisa dal Tribunale di Perugia e neanche “dell’ulteriore importo maturato in riferimento alla mensilità di gennaio 2018”.

A salvare il Ministero dalla validità del decreto ingiuntivo attenuto dalle persone da risarcire, c’è un errato calcolo dei termini di pagamento (che non si possono chiedere prima dei 120 giorni dalla notifica del titolo esecutivo) e per la sospensione dei procedimenti amministrativi ed esecutivi a causa del Covid.

Il giudici amministrativi hanno, quindi, rigettato il ricorso per questi motivi, ma salvando “la possibilità di procedere alla proposizione di un nuovo ricorso di ottemperanza onde ottenere quanto dovuto a titolo di indennizzo”. Soldi che il Ministero dovrà trovare in un “apposito capitolo di bilancio”, fino al rispetto della sentenza del Tribunale di Perugia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni per il farmaco assunto in gravidanza, Ministero senza soldi non paga il risarcimento

PerugiaToday è in caricamento