menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mail dell'amico rimasto bloccato in Costa d'Avorio, occhio alla truffa. Magistrato perugino denuncia la violazione della posta elettronica

Decine di segnalazioni alla Polposta dopo l'arrivo di una mail allarmistica: "Salve, devo parlarti di una situazione di emergenza che mi riguarda, scrivermi velocemente via e-mail perché il mio telefono è fuori servizio"

Occhio alla mail truffa. Decine di segnalazioni e denunce alla Polizia postale da parte di utenti che si sono visti recapitare questo messaggio da persone inserite nella propria rubrica: "Salve, devo parlarti di una situazione di emergenza che mi riguarda, scrivermi velocemente via e-mail perché il mio telefono è fuori servizio”. L’unico elemento che cambia è il nome del mittente, ripreso dai contatti delle rubrica violata.

Se si risponde alla mail (oltre a fornire un nuovo indirizzo dal quale inoltrare la catena ad altri indirizzi mail) arriva subito una seconda mail che recita: “Grazie per la tua risposta e mi dispiace di scomodarti. Sono in vacanze in Costa d'Avorio ed ho dimenticato le mie cose (il mio cellulare, carta di credito e contanti) in un taxi, al momento non ho a disposizione nulla. È imbarazzante per me chiederti questo, ma desidererei che mi potessi sbloccare con 1.000 euro, al momento del mio rientro ti rimborserò al più presto possibile. Ti prego di tenere questa mail solo per te per non inquietare i miei. Se sei disposto ad aiutarmi, ti dirò come fare. Attendo tua risposta e grazie infinite”.

Non ci cascate, il mittente non è il vostro amico o conoscente, ma un truffatore che si prende i soldi e addio. Quindi contattare immediatamente il vero mittente della mail o qualche suo conoscente prossimo e chiedere informazioni, ma anche per avvertirlo che il suo indirizzo mail (o meglio, uno con il suo nome, ma modificato in alcune parti) viene utilizzato per una truffa.

Meglio rivolgersi alla Polizia postale e fare denuncia, come ha fatto un magistrato perugino appena informato dell’utilizzo fraudolento della sua mail personale.

Per informazioni ci si può rivolgere anche a questo indirizzo della Polizia di Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento