menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Magione, l'Oasi di San Savino meta degli amanti della natura: la flora e la fauna del Lago sono i protagonisti

Con l’apertura di nuovi affacci sul lago è finalmente possibile rivedere una delle attrazioni più belle di questo luogo: il corteggiamento degli svassi

Pasquetta banco di prova per la nuova organizzazione di visita dell’Oasi La Valle di San Savino, Magione, dopo la creazione di più punti di osservazione sul Trasimeno. Tra le novità, anche la possibilità di conoscere la storia del lago degli emissari della flora e fauna con l’utilizzo di audioguide. E sotto la tettoia dell’antico fienile, recentemente ristrutturato, un’area relax dove ci si può fermare anche per gustare un caffè grazie ai due distribuitori per bevande che sono stati collocati all’interno della struttura. 

«Il percorso si snoda lungo tutta l’Oasi – ha spiegao Maddalena Chiappini, rappresentante della cooperativa L’Alzavola che gestisce la struttura con soste in punti particolari: la storia del lago presso il centro visite, la flora nella torretta ristrutturata dove ci si può comodamente sedere, la parte sulla fauna negli osservatori e, nella casa del custode, la storia degli emissari». «Abbiamo reimpostato tutta la struttura – ha continuato  – e con l’apertura di nuovi affacci sul lago è finalmente possibile rivedere una delle attrazioni più belle di questo luogo: il corteggiamento degli svassi, tanto che molti fotografi, dopo aver visto alcune foto postate sui social, ci stanno telefonando per chiedere informazioni al riguardo».

 Anche L’Oasi – secondo il bilancio della cooperativa – ha beneficiato della bella giornata festiva di sole che ha consentito a tante famiglie di poter godere di questo spazio, tanto che, "abbiamo deciso di estendere l’orario di apertura e di organizzare le visite guidate che normalmente effettuiamo durante l’estate". Per noi è stata anche l’occasione di mettere a punto la nuova organizzazione dell’Oasi e verificare l’interesse per i nuovi osservatori». «Abbiamo reimpostato tutta la struttura – spiega la responsabile – e con l’apertura di nuovi affacci sul lago è finalmente possibile rivedere una delle attrazioni più belle di questo luogo: il corteggiamento degli svassi, tanto che molti fotografi, dopo aver visto alcune foto postate sui social, ci stanno telefonando per chiedere informazioni al riguardo».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento