menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasimeno, addio alla voce dei pescatori. "Livio ha introdotto la pesca moderna al Lago"

"Riconosciuto da tutti, e in particolare dai pescatori, come esperto del mondo lacustre"

È venuto a mancare all’età di 87 anni Livio Braconi. Grazie alla sua profonda e appassionata conoscenza del settore, ricoprì a lungo l’incarico di direttore del Consorzio pesca e acquacoltura del Trasimeno e si adoperò, anche tramite il centro ittiogenico, per una moderna visione dello sviluppo della pesca professionale, portando la voce dei pescatori nei tavoli politico istituzionali. Capogruppo della Democrazia cristiana a Magione fino alla metà degli anni Ottanta, più volte consigliere comunale, Braconi è stato una delle figure più autorevoli del panorama politico del Trasimeno. 

Il sindaco di Magione Giacomo Chiodini e il presidente della cooperativa dei Pescatori del Trasimeno Aurelio Cocchini, nell'esprimere alla famiglia le più sentite condoglianze, ricordano che "Livio Braconi è stato una figura fondamentale nel promuovere un nuovo approccio, più moderno, al settore della pesca professionale, anche introducendo le prime innovazioni di prodotto nel pescato del Trasimeno. Riconosciuto da tutti, e in particolare dai pescatori, come esperto del mondo lacustre, ha coltivato fino agli ultimi tempi questa sua passione con immutata curiosità. Centrale – concludono Chiodini e Cocchini – il ruolo del Consorzio pesca del Trasimeno da lui guidato per molti anni. Istituzione che fu un motore importante per il lago in un periodo di grandi trasformazioni sociali ed economiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento